LE PAGELLE DELLA REGGINA - Bene Cucchietti e Sciamanna

di Giovanni Cimino
articolo letto 1419 volte
Foto

CUCCHIETTI 6,5 - Doppio grande intervento nel finale, in generale assai sicuro in tante circostanze. E' la sua stagione.

LAEZZA 6,5 - Raramente si passa dalle sue parti.

FERRANI 6,5 - Quando il pallone si alza, c'è sempre la testa di Ferrani a calamitare la sfera. Centro di gravitá.

PASQUALONI 6,5 - Finalmente la prima rete in amaranto, tanto sacrificio per i colori e nel finale è attento.

HADZIOSMANOVIC 6 - A volte macchia il suo lavoro di "cuore" con certi errori clamorosi. Deve crescere sopratutto in termini di personalità, perché comunque è un calciatore che ha qualche dote interessante.

GIUFFRIDA 6 - Forse era lui a dover accorciare su Risolo sul gol pugliese. Leggermente meno tambureggiante rispetto alle precedenti uscite, ma il suo "peso" al centro del campo è sempre importante. (dal 73' PROVENZANO 6,5 - Che impatto! Entra e tiene alta la squadra, mettendoci anche quel pizzico di qualità che serviva per tenere lontana la palla dall'area di rigore.)

LA CAMERA 6 - Ancora i giri del motore non sono al massimo, ma la sensibilità dei piedi è sempre quella dei giorni migliori. Presenza importante.

MARINO 6,5 - Meglio nel primo tempo, quando vede neroazzurro ed è come un toro. Pressa, aggredisce, corre senza fermarsi.

ARMENO 6 - Inizia lui la ripartenza sul primo gol dei suoi, dopo un avvio non semplice al cospetto di Azzi. Stringe i denti nonostante una settimana con qualche problema fisico.(dall'80 GATTI sv)

SCIAMANNA 6,5 - Punge in zona gol e stavolta è concreto. Torna titolare e torna al gol: forse la Reggina poteva avere un'altra bella bocca da fuoco in una stagione difficile sotto porta. (dal 58' TULISSI 6 - Stavolta più deciso e concreto di altre volte, gli manca la scintilla sotto porta.)

SPARACELLO 6 - Grande generosità, immensa diremmo, però ci mettesse quel pizzico di qualità sarebbe già a quota 6-7 gol nella classifica marcatori.

 

MAURIZI 6,5 - Esemplare a guidare una squadra che poteva risentire di tanti aspetti extracampo. Piazza la zampata a Bisceglie e si avvicina ad una salvezza diretta meritatissima, pur in una gara non brillante per la sua squadra. Non sfrutta i cinque cambi, ma non sbaglia i tre effettuati.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy