L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

di Redazione Tuttoreggina
articolo letto 635 volte
Foto

Ecco i pensieri dei tifosi amaranto pervenuti alla nostra casella mail.

Potete continuare ad inviare le vostre considerazioni all'indirizzo tuttoreggina@libero.it, pregandovi di essere rispettosi e rimanere nei limiti della dialettica.

 

 

Dopo la partita di ieri ho notato un aumento delle lettere dei tifosi, come capita sempre quando si cerca uno sfogo alla delusione cocente. E’ stata ben più digeribile la sconfitta da parte del Trapani, quando abbiamo visto la nostra  squadra lottare fino alla fine e sviluppare un gioco piacevole, almeno pari a quello degli avversari.  Ad Andria, ed ancora di più ieri, la squadra è stata arrendevole e sempre in affanno. Non discuto dei mancati accorgimenti  tecnici già rilevati da altri tifosi e riportati nella vostra rubrica. Vorrei solo evidenziare poche cose. L’andamento del girone di ritorno sta ricalcando a grandi linee quello dell’andata con buon inizio e sconfitte successive: ottimistici risultati e successiva caduta progressiva. Nel girone di ritorno sembra addirittura iniziata prima: all’andata il punto di passaggio è stata la bella partita contro il Catania. Cito a memoria e a sensazione. Probabilmente i dati alla mano possono essere diversi. Quello che noto soprattutto è lo squallido e inutile gioco improduttivo: gol quasi niente, pareggi con dirette concorrenti in casa, sconfitte. Sconcertante soprattutto l’assenza di intensità di gioco con tanti calciatori a passeggiare. Quanti contropiede abbiamo visto negli ultimi tempi? Assenza completa di pressing alto, che a mio parere avrebbe messo in grossa difficoltà almeno l’Andria. Mi limito a rilevare i sintomi e i segni di una malattia a cui penso e spero che la dirigenza possa porre  un rimedio, almeno evitando  lo sprofondamento nel baratro che si ricomincia a vedere.

Cari saluti a tutti voi alla squadra e agli amareggiati tifosi. Comunque

FORZA REGGINA

Antonino da Padova

LA REDAZIONE RISPONDE: I segnali preoccupanti, caro Antonino, in termini di animus pugnandi e intensità, sembrano davvero esserci tutti. Se c'è un male nascosto all'interno del gruppo, va curato ora e non ad aprile inoltrato. Ma questo, per primi, lo sanno sia Maurizi che Basile.

 

Gentile Redazione,
dopo l'ennesimo scempio messo in atto dalla Reggina, credo che sia venuto il momento di cambiare qualcosa, se non vogliamo ritrovarci a giocare a Cittanova o a Palmi (con tutto il rispetto che si possa avere per Cittanovese e Palmese).
Ho più volte espresso il mio pensiero su certe scelte, scellerate a mio parere, che mi sono sempre state respinte: ora i fatti dicono che, forse, un minimo di ragione potrei averla visto che da ottobre ad oggi abbiamo vinto solo 3 partite (Catania, Catanzaro, Paganese) esprimendo un non-calcio.
Guardando la conferenza stampa del Presidente, ho captato il seguente messaggio: "abbiamo in panchina un lavoratore serio e bravo", per cui questa frase si tradurrebbe in "questo abbiamo e questo ci teniamo".
Secondo il mio personale e modesto punto di vista, con Maurizi in panchina, difficilmente riusciremo a evitare i play-out (o a salvarci del tutto) perché le squadre dietro di noi scalpitano e stanno iniziando a riprendersi (Paganese e Casertana su tutte, con quest'ultima che adesso è addirittura davanti a noi).
Praticò continua a porsi domande sul perché i tifosi non vanno allo stadio e sul perché si è perso l'entusiasmo: ma cos'altro c'è da capire? Possibile che egli stesso non si renda conto che la situazione sia precipitata?
Io, invece, mi pongo altre domande: perché hanno rinnovato il contratto ad un tecnico inadeguato (sempre secondo il mio modesto e personale parere) ancor prima di raggiungere gli obiettivi prefissati? Perché hanno sostituito 16 calciatori anziché 1 allenatore? Perché la società non prende mai in considerazione eventuali segnali da tifosi e/o stampa? Perché dobbiamo sopportare tutto ciò e stare sempre zitti e vedere che si offendono se muoviamo critiche? Perché in 5 mesi abbiamo vinto solo 3 partite? Perché non si esonera Maurizi (con una rescissione consensuale del contratto) e lo si sostituisce con una allenatore più adeguato che verrebbe a Reggio per meno soldi? Ce ne sono un paio in giro, tra tutti cito Giacomo Tedesco...
Non so se vi sarà risposta da parte vostra a questa mail, ma le risposte dovrebbe darle la società.
Grazie
 
Luca Pisconti
 
LA REDAZIONE RISPONDE: Gentile Luca, noi rispondiamo SEMPRE e a CHIUNQUE, molte volte ricevendo stupidi insulti via social, peraltro personali, senza mai avere la possibilità di un confronto occhi ad occhi: ma sappiamo bene che avere gli attributi è qualità di pochissimi. Detto ciò, andiamo ad analizzare punto punto le tue richieste. Non è giustificabile il fatto che la presenza di Maurizi convinca i tifosi a non andare allo stadio: nel 2015, dopo Vigor Lamezia-Reggina 4-0, Melfi-Reggina 3-0 oppure Lupa Roma-Reggina 3-1 cosa si doveva fare? La Reggina va sostenuta a prescindere da Maurizi o Praticò, pur sottolineandone le cose che non vanno, ma in maniera tranquilla e ragionata. Detto ciò, siccome la società ha sbagliato a comunicare i motivi dell'addio di Martino e chi non è esattamente addentro all'ambiente non riesce a percepire certe sfumare e anche chi lo è preferisce guardare i lati negativi di tutto (Praticò jr che pesta brutalmente un povero e ignaro steward, Maurizi che si gioca le scommesse con quelli del Francavilla, Basile che si fa i soldi con i 600 euro di contratto al mese di La Camera e tante baggianate simili), si è andati tutti addosso alla società e a questa gestione tecnica. Il rinnovo di Maurizi è SACROSANTO ma non per meriti tecnici (anche se, dopo tutto, era in linea con gli obiettivi della società), ma perché non può un Porcino, o un Solerio o chicchessia, a 21 anni, imporre la cacciata del tecnico solo perché gli gira così per la testa? E' CHIARO oppure no?? Che razza di messaggio sarebbe passato nella testa dei calciatori? Quello di poter fare il bello e il cattivo tempo. Brava la società ad essere presente e carpire l'andazzo, poi peraltro palesato dal campo di gioco, con sconfitte indegne in serie. Meglio togliere 10 calciatori e rimpiazzarli a nostro avviso più che adeguatamente (eccetto l'attacco) con altri 10. Nessuno si offende se si muovono critiche, è solo il vittimismo di chi deve tirare per chissà quale carro nascosto: che questo "carrettone" esca fuori e dica che vuole prendersi la Reggina e con quali credenziali economiche vuole farlo. Ti diciamo di più: una società seria, forse con qualche mancanza, come la Reggina, deve per forza valutare tutte le opzioni e una persona seria come Maurizi, che per carità ha i suoi limiti tecnici e caratteriali (come TUTTI noi), sicuramente ha anche valutato la situazione dopo il ko di domenica. Infine su Giacomo Tedesco: nessuno si offenderà se ricordiamo (noi eravamo presenti a Messina il 30 maggio 2015), che i cambi li faceva Di Michele, non che l'ex centrocampista sia male, anzi tutt'altro, è nei nostri cuori, ma da allora non ha allenato da nessuna parte. Fermo restando tutto, questa società e questo allenatore hanno ricevuto le critiche più aspre e a volte cattive da parte di una parte di stampa interessata: quando si vince è puro "culo", quando si perde è incapacità di tutti. I risultati non sono esaltanti, ma i giudici sono tutti suggestionati da articoli e martellamenti radiofonici giornalieri e chi è fuori dall'ambiente è normale che vada in bambola. Maurizi è Uomo e se deve mettersi da parte per il bene della Reggina, lo farà: quelli che vogliono mangiare con la Reggina, sapranno solo insultare e attaccare a muzzo e senza un concreto obiettivo costruttivo.

Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy